diumenge, 14 de desembre de 2008

incendi a la esglessia de Wasilla

Nessun ferito tra i presenti al momento del rogo. La polizia indaga su eventuale dolo

Alaska, in fiamme la chiesa di Sarah Palin

Incendio alla Wasilla Bible Church, frequentata dall'ex candidata repubblicana alla Casa Bianca

Uno scorcio della Bible Church di Wasilla (Ap)
Uno scorcio della Bible Church di Wasilla (Ap)
ANCHORAGE (Alaska, Usa) - Rogo o incendio fortuito? E’ la domanda che si pongono gli inquirenti, dopo che venerdì sera le fiamme hanno avvolto la Wasilla Bible Church, la chiesa evangelica nella quale si raccoglie in preghiera anche Sarah Palin, governatore dell’Alaksa ed ex candidata alla vicepresidenza degli Stati uniti al fianco del repubblicano John McCain. I danni ammontano ad oltre un milione di dollari. Nessuno è rimasto ferito fra le poche persone, fra cui alcuni bambini, che erano all’interno della chiesa quando sono divampate le fiamme.

Il particolare di una parete danneggiata dalle fiamme (Ap)
Il particolare di una parete danneggiata dalle fiamme (Ap)
INDAGINI IN CORSO - Le autorità al momento non si esprimono sul possibile collegamento fra l’incendio e la frequentazione della chiesa da parte di Palin: «Al momento non abbiamo informazioni sulle cause o sull’intenzionalità», afferma la polizia. Sarah Palin, che non si trovava nella Chiesa al momento dell’incendio, è passata ieri a rendersi conto di persona della situazione. All’inizio della campagna elettorale di Palin la congregazione evangelica ultraconservatrice cui aderisce il governatore dell’Alaska venne attaccata per la sua politica attiva nel reprimere e scoraggiare l’omosessualità. (Ap)