diumenge, 21 de desembre de 2008

m'estc fent pesat (ja ho sé) però encara un'altre del Corriere

quattro video reportage di agr raccontano le feste degli italiani

Natale di crisi, dal lusso ai dormitori

Sotto l’albero si salva solo il settore alimentare, per il resto dei consumi si prevede un crollo fino al 20%

MILANO - I dati con cui gli italiani addobbano l’albero di Natale li ha forniti il Censis: i consumi sono calati lungo tutto l’anno tra lo 0,2% e lo 0,6% tratteggiando quindi una sostanziale stagnazione. La crisi reale, dicono gli esperti, deve fare ancora sentire i suoi effetti, si attende il peggio a metà del prossimo anno. Gli italiani ne sono consapevoli: quasi il 45% si dice pessimista riguardo al futuro.

Natale di crisi: tutti nei mercatiniLa bancarelle reggono bene il momento di difficoltà
Temporary shop e svendite permanentiNatale in tempi di crisi: caccia aperta alle occasioni
Natale dentro un dormitorioLe feste dei volontari e dei disperati. Poveri in aumento in Italia
La crisi sulle strade del lussoNatale di risparmi, ma le grandi maison non vedono un futuro nero

Sotto l’albero si è salvato solo il settore alimentare, per il resto - denunciano le associazioni dei consumatori - gli acquisti subiranno un crollo fino al 20%. Rosso Natale quindi, con 3 famiglie su 4 che hanno stretto la cinghia. La crisi però seziona il tessuto sociale: i primi a essere colpiti in modo evidente già dagli ultimi mesi di quest’anno sono stati i più poveri e la classe media vedrà nei prossimi mesi gli effetti sul proprio portafoglio. Secondo il Censis in questo Natale sono circa cinque milioni e mezzo gli italiani che possono spendere la stessa cifra dell’anno scorso. All’estremo opposto, 880 mila hanno dovuto tagliare le spese in modo radicale, rinunciando alla maggior parte dei beni. In mezzo tutto il resto del paese. Con quattro video reportage abbiamo sentito le voci degli italiani in un Natale marcato dalla crisi: siamo partiti dalle boutique del lusso per arrivare nei dormitori gestiti dai volontari.


19 dicembre 2008(ultima modifica: 21 dicembre 2008)